Sir Roger Scruton, parole di un vero conservatore

“Conservatism starts from a sentiment that all mature people can readily share: the sentiment that good things are easily destroyed, but not easily created.”
How to Be a Conservative

Il filosofo britannico Sir Roger Scruton, diagnosticato con il cancro l’estate scorsa, è morto in pace questa domenica circondato dalla propria famiglia. Queste qui sotto, pubblicate sul magazine The Spectator, furono le sue ultime parole da scrittore.

Fonte: Roger Scruton: My 2019
Traduzione a cura di: Mark Granza

“La bellezza sta scomparendo dal nostro mondo perché viviamo come se non avesse avuto importanza… Durante quest’anno mi è stato tolto molto: la mia reputazione, il mio stato d’intellettuale pubblico, la mia posizione nel movimento conservatore, la mia tranquillità, la mia salute. Il mio 2018 si concluse con una tempesta di odio, in risposta alla mia nomina a presidente del governo ‘Building Better, Building Beautiful Commission’. Ma molto di più è stato restituito invece nel corso di quest’ultimo. Dalla generosa difesa da parte di Douglas Murray nei miei confronti, dagli amici che si sono radunati accanto a lui, dal reumatologo che mi ha salvato la vita e dal medico a cui ora sono affidato. Cadendo in basso nel mio paese, sono stato portato in cima altrove, e—guardando indietro alla sequenza degli eventi, posso solo che essere contento di aver vissuto abbastanza a lungo per aver avuto la fortuna di assistere a tutto ciò. Avvicinandoti alla morte, inizi a scoprire cosa la vita significa, e ciò che significa—è gratitudine.”

27 febbraio 1944 – 12 gennaio 2020,
“Lux aeterna luceat ei.” Possa la luce eterna risplendere su di lui.

Scroll to top